Testiamo in modo indipendente. Askgeorge.com utilizza link di affiliazione. Se acquisti tramite un link contrassegnato con o il nostro confronto dei prezzi, potremmo ricevere una piccola commissione.

Test macchina per caffè - 08/2019

La giornata non può iniziare davvero senza una tazza di caffè caldo.
Chi ama questa bevanda non può fare a meno di una macchina da caffè.
Abbiamo esaminato diversi modelli e testato con cura gli apparecchi.

Vincitrice del nostro test nella categoria miglior caffè filtrato e macchina da caffè con thermos è risultata Melitta Look Therm Timer 1011-15.

Fra le macchine con macinino integrato a convincere maggiormente è stataAromatica II della Klarstein.

Guarda tu stesso e trova la tua macchina da caffè!

Macchina da caffè

Prodotti testati

Melitta Look Therm Timer 1011-15 - thumbnail Sigillo di prova: Melitta Look Therm Timer 1011-15, Valutazione ottimo

1° Posto: Melitta Look Therm Timer 1011-15

La Melitta Enjoy Look Therm Timer ha dato chiaramente la migliore impressione di tutte le macchine da caffè con filtro testate. La macchina è facile da usare e ha un'ottima gestione. L'intensità del caffè può essere regolata individualmente in base alle proprie preferenze. La macchina dispone anche di un timer con il quale il processo di produzione inizia automaticamente ogni mattina e così nulla può ostacolare un buon inizio di giornata. L'unico svantaggio è che il serbatoio dell'acqua non può essere rimosso.

Qui potete trovare il rapporto di prova
Philips Intense HD7697/90 - thumbnail Sigillo di prova: Philips Intense HD7697/90, Valutazione buono

2° Posto: Philips Intense HD7697/90

La macchina del caffè con filtro Philips Intense HD7697/90 è facile da usare e ha un'ottima gestione. È possibile regolare l'intensità del caffè in base alle proprie preferenze. Il serbatoio dell'acqua è rimovibile e facilita il riempimento dell'acqua. Il problema è che le impronte digitali rimangono visibili sulla superficie.

Qui potete trovare il rapporto di prova
Melitta Easy Therm 1010-06 - thumbnail Sigillo di prova: Melitta Easy Therm 1010-06, Valutazione buono

3° Posto: Melitta Easy Therm 1010-06

La Melitta Enjoy Easy Thermos è facile da usare e si gestisce bene. La brocca termica, in particolare, è facile da usare. Non è possibile regolare l'intensità del caffè. La macchina del caffè con filtro sembra lavorata a buon mercato, ma svolge correttamente il suo lavoro nella preparazione del caffè.

Qui potete trovare il rapporto di prova
Melitta Enjoy Top Therm 1017-08 - thumbnail Sigillo di prova: Melitta Enjoy Top Therm 1017-08, Valutazione buono

4° Posto: Melitta Enjoy Top Therm 1017-08

La Melitta Enjoy Top Therm è una solida macchina da caffè con filtro. Il thermos è facile da usare e il coperchio è facile da rimuovere, paragonabile ad un copriobiettivo per fotocamere. L'intensità del caffè può essere regolata a piacere. Lo spegnimento automatico consente di risparmiare energia. Il serbatoio dell'acqua non può essere separato dalla macchina del caffè. Le impronte digitali rimangono sulla superficie.

Qui potete trovare il rapporto di prova
Philips HD7546/20 - thumbnail Sigillo di prova: Philips HD7546/20, Valutazione soddisfacente

5° Posto: Philips HD7546/20

La macchina del caffè Philips Gaia fa il suo lavoro e produce il caffè ad una velocità adeguata. La macchina è un po' scomoda da utilizzare. Non è possibile regolare l'intensità del caffè, la macchina ha una sola intensità. Le impronte digitali rimangono sulla superficie.

Qui potete trovare il rapporto di prova
Vincitore Miglior rapporto prestazioni/prezzo
Il nostro vincitore del test: Melitta Look Therm Timer 1011-15 Philips Intense HD7697/90 Risultati del test Melitta Easy Therm 1010-06 Risultati del test Melitta Enjoy Top Therm 1017-08 Risultati del test Philips HD7546/20 Risultati del test

Melitta
Look Therm Timer 1011-15

Philips
Intense HD7697/90

Melitta
Easy Therm 1010-06

Melitta
Enjoy Top Therm 1017-08

Philips
HD7546/20

Vantaggi
  • Accensione automatica
  • Gestione
  • Intensità del caffè variabile
  • Timer
  • Serbatoio dell'acqua rimovibile
  • Intensità del caffè regolabile
  • Gestione
  • Lavorazione
  • Gestione
  • Intensità del caffè regolabile
  • Spegnimento automatico quando alla fine
Svantaggi
  • Serbatoio dell'acqua non removibile
  • Le impronte digitali
  • Fattura a buon mercato
  • Nessun livello di intensità
  • Serbatoio dell' acqua non smontabile
  • Impronte digitali
  • Gestione
  • Nessuna regolazione dell'intensità
  • Impronte digitali
Riassunto

La macchina del caffè con filtro è buona e facile da usare con funzione timer integrata.

Una macchina del caffè con filtro ben fatta e con funzioni utili. L'unico svantaggio è che rimangono visibili le macchie di unto.

Macchina da caffè a filtro con una buona gestione, ma sembra lavorata a buon mercato. Non vi è alcuna regolazione dell'intensità del caffè.

Una pratica macchina da caffè con filtro, robusta e pratica, ma senza serbatoio dell'acqua rimovibile e con le impronte visibili sulla superficie.

Adempie alla sua funzione. Tuttavia: mancano le impostazioni di base, cattiva gestione, rimangono le impronte digitali.

Facilità d’uso
Sicurezza
Intensità sonora
Lavorazione
Fornitura in dotazione Manuale d'istruzione, filtro del caffè Macchina del caffè, thermos, portafiltro, manuale di istruzioni Manuale d'istruzione, filtro del caffè Filtro del caffè, istruzioni per l'uso, macchina del caffè, thermos Manuale d'istruzione
Altezza 35,5 cm 35,5 cm 34,2 cm 35,5 cm 33,0 cm
Larghezza 23 cm 16,5 cm 15,5 cm 18,8 cm 19,0 cm
Profondità 21,5 cm 34,0 cm 21,5 cm 23,0 cm 25,5 cm
Peso 2430 g 2303 g 1796 g 2012 g 1949 g
Capacità in litri 1450 ml 1400 ml 1200 ml 1400 ml 1325 ml
Consumo energetico 960 W 960 W 975 W 975 W 960 W
Massima intenità sonora 62 dB 65 dB 69 dB 72 dB 72 dB
Consumo energetico in Stand-By 0,7 W 0,8 W 0 W 0 W 0 W
Lavabile in lavastoviglie Si Si Si Si Si
Pulizia a mano Si Si Si Si Si
Materiale Acciaio, plastica Acciaio, plastica Acciaio, plastica Acciaio, plastica Acciaio, plastica
Caratteristiche speciali Timer, orologio, impostazione dell'intensità Intensità del caffè variabile - Intensità del caffè variabile -
Schermo Si - - - -
Illuminazione Si Si Si Si Si
Lunghezza del cavo 95 cm 85 cm 75 cm 100 cm 85 cm
Tempo di preparazione Per 4-6 tazze ci vogliono 3 minuti e 11 secondi per 4-6 tazze ci vogliono 3 minuti e 44 secondi Per 4-6 tazze ci vogliono 3 minuti e 26 secondi Per 4-6 tazze ci vogliono 3 minuti e 44 secondi Per 4-6 tazze ci vogliono 3 minuti e 39 secondi
Indicatore del livello dell'acqua Si Si Si Si Si
Regolazione dell'intensità del caffè 7 livelli Si No Si -
Sigillo di prova: Melitta Look Therm Timer 1011-15, Valutazione 1.45
Qui potete trovare il rapporto di prova
Sigillo di prova: Philips Intense HD7697/90, Valutazione 1.85
Qui potete trovare il rapporto di prova
Sigillo di prova: Melitta Easy Therm 1010-06, Valutazione 2.15
Qui potete trovare il rapporto di prova
Sigillo di prova: Melitta Enjoy Top Therm 1017-08, Valutazione 2.15
Qui potete trovare il rapporto di prova
Sigillo di prova: Philips HD7546/20, Valutazione 3.1
Qui potete trovare il rapporto di prova
mostra tutte le offerte mostra tutte le offerte mostra tutte le offerte mostra tutte le offerte mostra tutte le offerte

*Tutti i prezzi includono l'IVA. Eventuali costi di spedizione aggiuntivi. Verificare la disponibilità presso il rivenditore online. Sono possibili variazioni di prezzo successive all'ultimo aggiornamento.

  • Risciacquare l'apparecchio prima di utilizzarlo per la prima volta.
  • Accertarsi che il thermos si trovi direttamente sotto il supporto del filtro.
  • Sperimentare la quantità di caffè e d'acqua fino a trovare il rapporto ottimale.
  • I residui ostinati possono essere rimossi riempiendo la brocca con acqua calda e aggiungendo un cucchiaio di lievito in polvere.
  • Dopo la cottura, lasciare asciugare bene la macchina del caffè aprendo il contenitore dell'acqua e lasciando scoperto il filtro. In questo modo si evitano gli odori.
  • Si prevede un'evaporazione dell'acqua di 50 ml.
  • Per ottenere una conservazione del calore ancora migliore è possibile risciacquare il thermos con acqua calda e preriscaldarlo.
 

Tutti conoscono le macchine del caffè con filtro, perché dagli anni '70 sono presenti in quasi tutte le case. Nella macchina con filtro, il caffè macinato viene inserito nell'apposito filtro. In seguito viene aggiunta l'acqua fredda agli appositi contenitori.

La macchina del caffè prepara un caffè americano pronto per essere bevuto, mediante estrazione e filtrazione. La dotazione di base comprende un filtro permanente in setacci metallici o un filtro monouso in carta. L'agente di estrazione è l'acqua che viene riempita.

Se vuoi prepararti un caffè gustoso, allora questo può essere fatto in pochi semplici passi. La polvere di caffè viene aggiunta al filtro, che consiste in uno permanente o in uno nuovo di carta, cambiato ad ogni utilizzo. La quantità è il fattore principale che determina l'intensità del caffè prodotto. L'acqua, che viene riempita nel cosiddetto serbatoio, passa attraverso un tubo riscaldato dopo l'accensione della macchina.

Questo riscaldamento fa sì che l'acqua salga verso il filtro, dove viene raccolta. Goccia per goccia, l'acqua scorre attraverso il filtro, in cui si trova la polvere, nel thermos o nella brocca di vetro sottostante come un caffè americano finito. Questo viene riempito in tazze singole e ognuno può preparare il caffè secondo il proprio gusto. Gli ingredienti includono latte o latte condensato, zucchero o dolcificante. Anche la cannella conferisce al caffè filtrato un gusto speciale.

Thermos vs. brocca di vetro: Davide vs. Golia?

Quando si acquistano macchine da caffè, ci si trova di fronte ad una decisione fondamentale, insieme all'immensa scelta di produttori e funzioni. Dovrebbe essere un classico con una brocca di vetro o un modello con thermos? Il primo problema sorge quando la tua famiglia si sveglia ad orari diversi.

Nella brocca di vetro, il caffè cotto la mattina presto è già freddo prima che l'ultima tazza venga bevuta. Anche se la macchina rimane accesa e quindi consuma molta corrente, la temperatura della bevanda a base di caffeina non è che tiepida. Il prossimo problema si presenta durante il risciacquo.

A causa del suo materiale fragile, una brocca di vetro è molto meno resistente di un thermos che non rischia di essere danneggiato. Anche l'estetica gioca un ruolo importante e rende il thermos un chiaro vincitore dei test. Chi non conosce gli antiestetici depositi di caffè marrone che non possono essere rimossi dal vetro nemmeno con la più accurata precisione? Con i thermos, questi limiti estetici appartengono al passato!

In questo articolo vorremmo raccontare di più sul thermos e mostrare perché le caffettiere con thermos sono la scelta giusta.

La storia del thermos

I thermos non sono invenzioni dei tempi moderni. Già nel 1874 fu utilizzato il primo recipiente sottovuoto e gli esperimenti dimostrarono che i liquidi interni rimanevano inalterati dalla temperatura esterna. Seguì l'argentatura delle superfici interne e nel 1893 i primi contenitori termici furono utilizzati per il trasporto e lo stoccaggio dei prodotti sensibili.

Contemporaneamente allo sviluppo del recipiente da parte di James Dewar, il professor Adolf Ferdinand Weinhold di Chemnitz stava lavorando allo sviluppo di un contenitore simile. Nel 1881 presentò il suo contenitore per la solidificazione del mercurio. Nel 1903 Reinhold Burger studiò questo concetto e brevettò il thermos. Da allora in poi, il contenitore è stato utilizzato dai fabbricanti di macchine per il ghiaccio Linde come contenitore di raffreddamento per l'aria liquefatta. Sono passati diversi anni dal primo sviluppo dell'odierno thermos e sono stati sviluppati diversi prototipi.

I thermos hanno raggiunto la maturità sul mercato nel 1920, quando sono entrati nella produzione in serie e da allora sono diventati indispensabili nelle famiglie. Come si può vedere, il thermos ha una lunga storia ed ha subito più modifiche durante il suo sviluppo, ripensato e infine immesso sul mercato. Oggi, i thermos si trovano in tutte le case e sono utilizzati sia per conservare il calore che per rinfrescare le bevande.

La funzione di un thermos può essere facilmente spiegata. I contenitori convenzionali trasferiscono la temperatura del contenuto all'esterno, che, ad esempio, riscalda le bevande fresche a temperatura ambiente e raffredda il caffè. I thermos sono costituiti da due bottiglie specchiate, una all'interno dell'altra. Questi sono separati da un vuoto che funge da strato protettivo tra il riempimento della brocca e l'ambiente.

La superficie riflettente fa sì che la radiazione del calore venga riflessa e rimanga nel contenitore. Il principio funziona anche per il raffreddamento delle bevande, affinché non solo la temperatura calda ma anche quella fredda non possa sfuggire. In generale, la temperatura ambiente non ha alcuna possibilità di influenzare il contenuto del thermos e di modificare il suo controllo della temperatura. La temperatura della bevanda viene mantenuta per diverse ore perché non c'è scambio tra la temperatura interna della brocca e la temperatura dell'aria esterna. Naturalmente, il caffè non rimane caldo per sempre.

Ma i thermos sono perfettamente adatti per portare la bevanda calda in ufficio o per mantenere il caffè caldo per i dormiglioni della famiglia.

Caffè sempre caldo - perché il thermos è pratico

Risulta subito chiaro per la funzione che svolge, quanto il thermos possa essere pratico. Chi non lo sa. Se sei l'ultimo ad alzarsi e il caffè è già pronto da ore, sorge il problema del caffè freddo. Così si riparte dall'inizio, si pulisce la brocca e si prepara nuovamente il caffè.

Questo è tempo prezioso che non si ha la mattina prima di andare a lavoro. Con una brocca thermos questo non sarà più un problema. Non importa chi si alza per primo e prepara il caffè - chi si alza tardi può ancora godere di una tazza calda che svegli gli animi. Il design parla anche per il thermos. Sia che si tratti di acciaio inox opaco o con rivestimento colorato, si sceglie sempre un prodotto lifestyle con vantaggi estetici e pratici.

Durante la pulizia, non è più necessario preoccuparsi che il contenitore si rompa e faccia danni. Le brocche in vetro sono molto fragili, mentre i thermos sono robusti e quindi sono una scelta a lungo termine. Il caffè lungo caldo è certamente il motivo principale che ti fa tendere verso una macchina del caffè con thermos. Ma varrebbe la pena di considerare anche gli altri vantaggi e riconsiderare perché la classica brocca di vetro ha fatto il suo tempo ed è consigliabile un riorientamento.

Le macchine del caffè con thermos sono economiche, ben gestibili, flessibili e facili da usare. Non sono adatte solo per l'uso domestico: il thermos svolge diverse funzioni. Puoi gustare il tuo caffè preferito caldo e appena fatto ovunque. Il thermos rende semplice preparare la tua bevanda al mattino per portarla con te in ufficio. Può essere chiuso ermeticamente, conserva il caffè e ha un beccuccio che permette di versare il caffè nella tazza senza gocciolare.

Sia che tu stia pensando ai dormiglioni di casa tua o al caffè da portarti dietro durante il tragitto: le macchine del caffè con thermos, invece delle brocche di vetro, sono le indubbie vincitrici del test. Il design convince anche per la praticità a tutto tondo. I modelli più diffusi sono quelli in acciaio inox opaco o cromato con finitura lucida. Se sei alla ricerca di una macchina del caffè con thermos, la cosa migliore da fare è scegliere un modello la cui brocca sia removibile e quindi adatta anche per quando si è in movimento. La prima cosa che di solito si rompe con le macchine del caffè tradizionali è la brocca.

La sostituzione è costosa e può valere il prezzo della macchina stessa, specialmente con le macchine del caffè con filtro a buon mercato. Di solito succede che non si voglia ricomprare la brocca ad un prezzo eccessivo e quindi si smaltisce l'intera macchina, che funziona perfettamente tranne che per la mancanza della brocca. Questa abitudine non è né ecocompatibile né positiva per il bilancio familiare. Se stai pensando ad una macchina del caffè nuova, una macchina con thermos è chiaramente la scelta migliore.

Mai più caffè freddo! Il thermos migliora il gusto del caffè.

Nel thermos non solo viene mantenuta la temperatura calda della bevanda, ma anche gli aromi sono sigillati ermeticamente e possono, quindi, essere gustati diverse ore dopo la produzione del caffè senza problemi. Nelle brocche di vetro senza tappo ermetico, gli aromi fuoriescono e il caffè assume il gusto di raffermo poco tempo dopo la sua preparazione. Per mantenere la bevanda calda in una brocca di vetro, di solito si lascia accesa la macchina del caffè. Questo non solo crea il rischio di incendi causati da un corto circuito, ma aumenta inutilmente la bolletta della corrente elettrica.

L'effetto sperato, così, non viene raggiunto. Infatti, nonostante la piastra sotto la brocca del vetro sia calda, il caffè viene conservato solo ad una temperatura media. Per gli amanti delle bevande fredde, anche il caffè freddo può essere apprezzato, ma quando si tratta di un caffè tiepido, non troverete mai l'approvazione e sentirete che a qualcuno piace esattamente caldo e che non vuole godersi il suo caffè mattutino in nessun altro modo.

Anche un thermos ha bisogno di manutenzione. Al posto dei detergenti chimici è possibile pulire il thermos con bicarbonato di sodio o lievito in polvere. Questi rimedi casalinghi assicurano che la funzione termostatica sia mantenuta a lungo e che il rivestimento interno dei contenitori non venga danneggiato. Con alcuni detergenti, la brillantezza delle superfici riflettenti può sbiadire nel tempo, causando un abbassamento della temperatura e la brocca non svolge più il suo compito a pieno. Di norma, è sufficiente risciacquare i thermos con acqua calda e si può fare a meno dei detergenti aggiuntivi.

Ricorda: il thermos non deve essere lavato in lavastoviglie. Né le pastiglie né il brillantante aumentano la durata di conservazione della brocca. Inoltre, un ciclo di risciacquo aggredirebbe le guarnizioni e il thermos inizierebbe a gocciolare dopo un breve periodo di utilizzo, diventando inadatto a portare il caffè d'asporto. Quando si tratta della manutenzione del thermos della macchina del caffè, vale decisamente la regola: meno è di più. Per ottenere il massimo igiene, sciacquare la brocca con acqua calda dopo ogni utilizzo e lasciarla aperta ad asciugare all'aria.

Macchine da caffè con thermos: tutti i dettagli in sintesi

A questo punto vorremmo spiegare brevemente i vantaggi, il funzionamento e l'impiego delle macchine da caffè con thermos. La particolare struttura e il rivestimento a specchio mantengono il caffè caldo per diverse ore. I thermos sono particolarmente facili da usare e da pulire, in quanto praticamente si puliscono da soli e non richiedono alcun trattamento chimico. Una chiusura ermetica permette di estrarre la brocca dalla macchina direttamente in ufficio.

Questo significa che non è necessario acquistare un thermos supplementare per il trasporto. Il design elegante e raffinato dà la possibilità di portare il caffè direttamente a tavola. Il caffè freddo, ormai, è solo un ricordo del passato. Ma, ovviamente, il thermos non è adatto solo per le bevande calde. In estate è possibile utilizzarlo per altri fini e, ad esempio, preparare un caffè con ghiaccio piacevolmente fresco.

Se stai pensando di acquistare una macchina per il caffè, un'altra variante potrebbe rilevarsi interessante! Oltre alle macchine del caffè a filtro con thermos, abbiamo anche testato Macchine a capsule, La normale macchina con filtro e Macchina del caffè con macina.

Abbiamo anche testato macinacaffè elettrici e scritto un Rapporto di prova dettagliato per voi.

E se vuoi coronare il tutto con la squisita schiuma di latte, qui troverai il test corrispondente.

Nella fase di preparazione al test, abbiamo definito i requisiti pratici e i seguenti criteri di prova:

  • utilizzo
  • sicurezza
  • intensità sonora
  • velocità
  • lavorazione
  • macinino
  • funzioni

Per poter valutare questi criteri, abbiamo definito diversi test per le macchine da caffè. Innanzitutto, abbiamo controllato la fornitura e preparato le macchine secondo le indicazioni date dai produttori.

Quando l'apparecchio è pronto per l'uso, prepariamo le prime tazze di caffè. Al primo giro riempiamo i serbatoi completamente, poi solo a metà. Per le macchine con macinino usiamo chicchi di livello medio e scegliamo la macinatura media. Per poter effettuare un confronto tra i diversi apparecchi prepariamo il caffè sempre con intensità media.

Altre gradazioni e altre funzioni vengono verificate in ulteriori test. Durante la preparazione, misuriamo quanto tempo la macchina impiega per riscaldarsi, quanto tempo ci vuole per preparare una tazza (con serbatoio pieno e con serbatoio mezzo pieno) e quanto rumorosi sono gli apparecchi.

Nelle macchine con macinino testiamo anche i diversi livelli di macinatura, le funzioni timer e di mantenimento in caldo e la rumorosità del macinacaffè. Misuriamo anche la temperatura del caffè, prima di servirlo ai nostri tester.

Verifichiamo inoltre il consumo energetico durante l'utilizzo e in modalità stand-by. Misuriamo poi la temperatura delle macchine con una telecamera a raggi infrarossi per riconoscere eventuali rischi di ustione.

La maneggevolezza e la facilità d'uso vengono valutate per l'intera durata del test.
Infine valutiamo la pulizia degli apparecchi.

Al fine di non commettere errori e di simulare la sollecitazione dell'uso quotidiano, ogni test si svolge in più turni.

I criteri del test sono indicati in percentuale a seconda della loro importanza. Il punteggio finale viene poi calcolato obiettivamente in base ai criteri di prova utilizzando un algoritmo.

Scelta dei prodotti


La nostra selezione dei prodotti si basa sull'osservazione del mercato attuale. Oltre ai prodotti di marca più popolari, nella nostra selezione includiamo anche suggerimenti per gli addetti ai lavori. Criteri come il prezzo e la gamma di funzioni sono per noi un fattore importante. Il campo di impiego è determinato anche dall'analisi e dalla valutazione di recensioni di clienti e test esterni (ad es. Stiftung Warentest).

Gli apparecchi sono acquistati in forma anonima o prestati dal produttore. Rivenditori e produttori non hanno alcuna influenza sui test e sulla nostra valutazione.

Non appena vengono immessi sul mercato nuovi prodotti rilevanti, il nostro campo di prova viene ampliato da questi ultimi. I nuovi prodotti vengono sottoposti allo stesso test degli apparecchi già testati.

Il caffè è bevuto più del vino e della birra e per questo vengono sviluppate sempre nuove macchine da caffè e diverse modalità di infusione.

Se cerchi su google "macchina per caffè" troverai più di 2,5 milioni di risultati. I siti di acquisti online offrono più di 9000 prodotti.

Vi presentiamo qui le macchina da caffè più popolari:

Macchinne per caffè filtrato

Presente in ogni casa tedesca dagli anni settanta, la macchina per caffè filtrato si aziona con poche mosse: basta inserire un filtro, riempirlo di caffè macinato e versare l'acqua nell'apposito serbatoio.
Una volta accesa, l'acqua scorre lungo un tubo riscaldato, grazie al calore sale verso il filtro e finisce qui raccolta. Goccia a goccia scorre attraverso il filtro e il caffè filtrato scende nella caraffa di vetro o termica sottostante. Il caffè è pronto per essere versato nelle tazze e gustato come si preferisce.

Macchine per caffè con caraffa termica

La caraffa termica evita il problema del caffè raffreddato. Anche chi si sveglia per ultimo potrò gustarsi il caffè ancora caldo.

Il design è un altro punto a favore di questi apparecchi: che sia in acciaio opacizzato o abbia un rivestimento colorato acquisterai un oggetto alla moda, che oltre ai suoi vantaggi pratici farà la sua bella figura nella tua cucina.

Macchine da caffè a cialde

Le macchina a capsule fanno a meno della polvere di caffè sfusa.
Adoperano invece cialde piene di polvere di caffè ed eventualmente aromi, ogni cialda basta per una tazzina.

Si inserisce la cialda nella macchina, che farà scorrere dell'acqua calda a pressione attraverso di essa.

Ognuno può prepararsi il caffè che preferisce: ci sono ad esempio cialde alla vaniglia, al caramello o altri aromi.

Macchine da caffè a capsule

Le macchine a capsule funzionano in maniera simile a quelle per cialde. Anche con esse si prepara una tazzina alla volta. Le capsule sono però più costose, ed essendo realizzate in alluminio creano un maggior volume di rifiuti.

Macchine per espresso

Le macchine per espresso funzionano invece con il caffè macinato e preparano anch'esse una tazzina per volta. La polvere sfusa di caffè viene posta nell'apposito filtro con braccetto, attraverso cui scorre l'acqua ad alta pressione, così si ottiene il classico espresso con la tipica cremina.

Questo tipo di macchine si usa soprattutto nei bar e nei ristoranti e serve anche a preparare il cappuccino o il latte macchiato.

Macchine automatiche

Le macchine automatiche si usano soprattutto negli uffici o nelle grandi imprese e sono vere e proprie tuttofare del caffè, che vengono incontro ai gusti di qualsiasi impiegato o cliente.

Basta mettere il caffè in chicchi nella macchina, che poi penserà a macinarlo e fare il resto, per preparare un espresso, un cappuccino, latte macchiato etc, secondo i gusti di ognuno.

Trattandosi di grandi apparecchi, spesso non sono adatti all'uso privato.

Moka

La moka fa a meno dell'elettricità ed è invece adatta a chi ama ancora prepararsi il caffè a mano.

Popolarissima in Italia e anche in altri paesi dell'Europa meridionale, questa caffettiera in alluminio ha bisogno di un fornello.

Si riempie il serbatoio di acqua, il filtro di caffè e si mette la moka sul fuoco.


Insomma esistono macchine per tutti i gusti e tutte preparano il caffè in maniera semplice e veloce.
Chi ama il caffè lungo filtrato può optare per le macchine a filtro.

Che col caffè si potesse preparare una bevanda aromatica ed energizzante lo si è scoperto molto tempo fa.

Piantagioni di caffè sono attestate nello Yemen già dal XIV secolo ma è probabile che la coltivazione di questa pianta sia iniziata in Abissinia (l'attuale Etiopia) già nel XII o XIII secolo e da lì sia stata portata nello Yemen con le crociate. Nei secoli il consumo di caffè si è diffuso in Europa.

Preparare questa bevanda costava però molta fatica. Le prime macchine a filtro furono sviluppate nell'Ottocento, non avevano però molto in comune con le macchine attuali.

Un tipo di caffettiera venne ad esempio inventato alla fine dell'Ottocento da Hermann Eicke. Realizzata in porcellana e dotata con un meccanismo basculante, è considerata l'antenata delle macchine a decompressione.

Popolari in Germania furono anche le cosiddette Dröppelminna, brocche "panciute" con un rubinetto. Non utilizzavano filtro per cui finivano spesso intasate dai fondi di caffè e la bevanda usciva solo goccia a goccia. Erano oggetti cari e quindi presenti solo nelle case dell'alta società.

Agli inizi del XX secolo, con il diffondersi della corrente elettrica nelle case, arrivarono le caffettiere con alimentazione elettrica, che sostituiva i fornelletti a spirito.

Le macchine da caffè si sono via via evolute col tempo. Dopo le due guerre, in Germania le vecchie brocche sono state mandate in pensione dalle macchine a filtro, sempre più simili a quelle attuali, che richiedono all'utente ben poco sforzo.

La prima macchina a filtro moderna fu la Wigomat, brevettata nel 1954 da Gottlob Widmann. Questo modello si diffuse rapidamente nel Nord America, in Germania e nel rest dell'Europa occidentale, prendendo il posto dei vecchi modelli.

Il suo vantaggio era la bassa temperatura di infusione, che migliora il gusto del caffè.

Il trionfo definitivo delle macchine a filtro si è avuto negli anni settanta del Novecento, da allora nessuna famiglia tedesca può farne a meno.

Ormai sono così tanti i modi di preparare il caffè e le bevande a base di caffè che si perde facilmente il conto.

In Italia si trovano ormai anche specialità originarie di altre parti del mondo.

Fra le tante preparazioni vale la pena ricordare:

Cappuccino

Un espresso arricchito da latte schiumato. Puoi prepararlo anche in casa con una macchina per espresso e l'apposito montalatte, gustandolo con zucchero o senza.
La schiuma riesce particolarmente cremosa usando latte intero.

Espresso

Per preparare un buon espresso è indispensabile una macchina che produca la pressione necessaria a far passare il vapore attraverso la polvere di caffè, così da ottenere il sapore deciso e la tipica cremina.
Anche l'espresso può essere bevuto amaro o zuccherato.

Caffè americano

A dispetto del nome il caffè americano non viene dagli Stati Uniti. E' stato piuttosto inventato dalle truppe americane di stanza in Italia. Si tratta di un espresso allungato con acqua calda.

Latte macchiato

La particolarità di questa bevanda è che, pur essendo calda, viene servita in un bicchiere alto di vetro. Solo in questo modo si ottengono i diversi strati di latte e caffè.

A base di espresso e latte caldo, per preparare un buon latte macchiato bisogna fare attenzione a mettere nel bicchiere per prima cosa il latte e poi il caffè, decorando infine il tutto con schiuma di latte.

Café au lait e Cafe con leche

Sono le varianti rispettivamente francese e spagnola del caffellatte. Si preparano versando caffè filtrato in una tazza grande, cui si aggiunge molto latte caldo, fino a riempire la tazza. Nel café au lait i francesi amano inzuppare i loro croissant.

Affogato al caffè

Si ottiene "affogando" una o due palline di gelato nel caffè e decorando eventualmente il tutto con panna montata.

Caffè con panna

Un espresso arricchito con panna montata. Una variante più corposa del caffè macchiato.

Moka

Per preparare il tradizionale caffè moka avete bisogno dell'apposita caffettiera.

Si riempie la base di acqua e si mette il caffè nell'apposito filtro, facendo attenzione a usare la polvere speciale per moka. Poi si mette la caffettiera sul fornello, tenendo rigorosamente la fiamma al minimo.

Il caffè non si beve certo solo in Italia.

I Greci amano il caffè frappè, gustato freddo. Si prepara con caffè solubile, sbattuto in poca acqua fredda finché non è cremoso. Poi si aggiungono latte schiumato freddo ed altra acqua fredda. Ai Greci piace dolce, per cui mescolano lo zucchero direttamente alla polvere di caffè solubile.

I Giapponesi invece aggiungono al loro caffè latte di soja, per il resto lo preparano in maniera simile agli occidentali.

Anche in Africa si beve molto caffè, ad esempio in Etiopia, che probabilmente fu uno dei luoghi d'origine della cultura del caffè. Qui il rito del caffè è una vera e propria cerimonia: gli ospiti assistono già alla tostatura dei chicchi e passano delle ore prima di poter gustare la bevanda calda.

In Messico è molto popolare il cafè de olla, raffinato con zucchero di canna e una stecca di cannella. Viene bevuto tradizionalmente in tazze di terracotta che conferiscono alla bevanda un particolare aroma leggermente terroso.

L'irish coffee, di origine irlandese, riscalda grazie all'aggiunta di un goccio di whisky e si beve quindi soprattutto in inverno. Si tratta di caffè filtrato corretto con alcool e con un po' di latte, può quindi essere facilmente preparato anche in casa.

La cerimonia del caffè è tradizionale anche in Turchia, dove si mischia la polvere di caffè con zucchero ed acqua calda. La bevanda è versata in piccole tazze, in cui finisce anche il fondo di caffè.

Il caffè freddo tailandese è particolare, perché il caffè viene fatto bollire con sesamo, fagioli di soia e grano e poi shakerato in un bicchiere con cubetti di ghiaccio. Può essere addolcito con zucchero e latte condensato.

Pure il caffè finlandese potrebbe stupirti, perché aromatizzato con uno o più cubetti di formaggio di renna o di mucca. Si mette il formaggio in una tazza e vi si versa sopra il caffè, dopo un po' di tempo si toglie il formaggio, e si gusta il caffè così insaporito.

Il caffè è certo la bevanda calda più amata dagli Italian e da secoli esistono molti modi diversi di prepararla.
Dalla seconda metà del Novecento viene bevuto praticamente per tutti, per cui sono usciti sul mercato gli apparecchi più disparati.

Certo il caffè è amato in moltissimi paesi del mondo in forme diverse: da quello infuso a mano alle macchine automatiche.

Valuta questo test